Ucraina-Russia, primo scambio di prigionieri.

7 Sep 2019

 Finalmente il tanto atteso scambio di prigionieri è avvenuto. La speranza è che adesso possa iniziare un vero percorso per la soluzione della complessa crisi, scoppiata nel febbraio 2014, tra i due Paesi slavi. Ma non sarà assolutamente facile. Pesano come macigni l’“annessione della Crimea” da parte del Cremlino, la guerra “congelata” che ha provocato in Donbass 13mila morti e quasi 2 milioni di sfollati, l’abbattimento del Boeing malese con 298 morti inermi.

 Lo scambio sarebbe dovuto avvenire una settimana fa: la data concordata da tempo era il 31 agosto. Ed invece qualcosa è andato storto.  La “formula” applicata è quella del 35 per 35, ossia 35 cittadini russi per 35 cittadini ucraini o ucraini filo-russi.

 Sono tornati a casa tra gli altri da parte ucraina i 24 marinari, protagonisti della cosiddetta “scaramuccia di Kerch” nel novembre 2018 ed il regista Oleg Sentsov, condannato a 20 anni di reclusione per “atti terroristici” in Crimea. Da parte russa il giornalista Kirill Vyshinskij e Vladimir Tsemakh, considerato “testimone chiave” nella tragedia dell’abbattimento del Boeing malese, catturato da Kiev nel passato giugno con un’azione clamorosa delle truppe speciali in territorio sotto controllo dei separatisti filo-russi.

 Gda

Comments are closed.

Welcome

We are a group of long experienced European journalists and intellectuals interested in international politics and culture. We would like to exchange our opinion on new Europe and Russia.

Rossosch – Medio Don

Italiani in Russia, Ucraina, ex Urss


Our books


                  SCHOLL